Pesaro, corre in strada seminuda e denuncia: “Sono stata violentata da due sconosciuti”

digraziablog
Print Friendly, PDF & Email

Soltanto una ragazza è intervenuta per aiutare la 22enne che nella serata di ieri 18 settembre ha denunciato in strada la violenza sessuale avvenuta in un garage di via Rossi. La giovane ha cercato di trattenere uno dei presunti violentatori mentre chiamava la polizia, ma l’uomo è riuscito a dileguarsi in un momento di distrazione.

Nella serata di ieri, intorno alle 19.00, una ragazza disperata è sbucata in via Rossi senza gli slip indosso. Ai passanti ha urlato di esser stata violentata da due persone nel garage del condominio, al civico 45 di un palazzo a Pesaro. Molti non si sono neppure fermati, qualcun altro invece ha cercato di trattenere uno dei presunti violentatori mentre chiamava la polizia. “Una ragazza – racconta una testimone – ha acciuffato uno dei due accusati dalla vittima e ha cercato di trattenerlo mentre chiamava la polizia,. Non ha ricevuto però nessun aiuto e il sospettato è riuscito ad allontanarsi in un momento di distrazione”.

La 22enne, secondo i residenti della zona, sarebbe da tempo dipendente da sostanze stupefacenti. Non è chiaro però se vivesse nei dintorni del garage al civico 45. Nel locale ci sarebbe ancora un cartone, usato a mo’ di giaciglio, e una boccetta di smalto rosso per le unghie. Secondo le testimonianze raccolte, inoltre, la ragazza avrebbe urlato per diverso tempo prima di uscire in strada e denunciare la violenza sessuale. Nessuno però avrebbe fatto nulla per aiutarla. “Sembravano le urla di un litigio – si giustifica una residente intervistata da Il Resto del Carlino -. Non avevamo capito, poi è arrivata in strada e abbiamo realizzato”. La ragazza, fuori di sé per quanto accaduto, è stata caricata in ambulanza e portata in ospedale per ulteriori accertamenti.

La 22enne ha raccontato di essere andata nel garage con un amico, ma poi lui si sarebbe dileguato e al suo posto sarebbero arrivati due uomini, uno di corporatura robusta e l’altro più sottile. Sarebbero stati proprio i due ad averla violentata. L’identikit è stato confermato dalla ragazza che per prima ha cercato di aiutarla: proprio lei ha tentato di bloccare uno dei presunti violentatori corrispondenti alla descrizione fatta in seguito dalla vittima.

Una volta giunta in pronto soccorso, la 22enne si è ricongiunta al fidanzato 31enne e i due hanno poi lasciato insieme l’ospedale. Lei non ha più voluto essere sottoposta ad ulteriori visite mediche. Uscita dalla struttura ospedaliera, non ha presentato denuncia per quanto accaduto. Sul suo corpo non risulterebbero i segni di una resistenza fisica alla violenza. Le urla della giovane, però, continuano a far pensare a qualcosa avvenuto contro la sua volontà.

Next Post

ABBIAMO SBAGLIATO!

di Beppe Grillo Abbiamo sbagliato, nel credere che bastasse essere onesti, per guadagnare la vostra fiducia! Abbiamo sbagliato, nel credere che mostrarvi che ci tagliavamo lo stipendio, avrebbe aumentato la vostra disponibilità verso di noi! Abbiamo sbagliato, nell’essere intransigenti verso la minima ombra, anche quello ci avete rimarcato! Abbiamo sbagliato, […]
AlbanianArabicBulgarianChinese (Simplified)DanishEnglishEsperantoFrenchGreekItalianJapaneseLatinPortugueseRussianSpanishTurkishUkrainian
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.