Nuova Zelanda: eruzione vulcano, 13 accusati

Monnalisa
Print Friendly, PDF & Email





(ANSA) – ROMA, 30 NOV – Tredici tra enti e persone sono stati incriminati dalle autorità della Nuova Zelanda nell’inchiesta sulla tragedia di White Island, dove a dicembre dell’anno scorso 22 persone rimasero uccise nell’eruzione del vulcano Whakaari.

Lo riporta la Bbc.

Tra gli accusati, dieci parti sono stati incriminati in virtù della legge sulla salute e sicurezza sul lavoro, che prevede una multa fino a 1,5 milioni i dollari neozelandesi (1,06 milioni di dollari). Altri tre sono stati accusati in quanto individui e rischiano fino a 300.000 dollari di multa.

Dovranno comparire in tribunale il 15 dicembre.

Al momento dell’eruzione il 9 dicembre del 2019 sull’isola c’erano 47 persone tra le quali turisti dagli Stati Unit, Gran Bretagna, Germania e Cina. Dall’eruzione del 9 dicembre scorso non sono più tornati visitatori. A un anno di distanza molti dei sopravvissuti stanno ancora ricevendo cure per le ferite riportate. (ANSA).



Next Post

Natale, corsa al tampone per salvare il cenone

ANSA.itNovember 30, 2020 A poche settimane dal Natale è iniziata la corsa al tampone in vista del cenone in famiglia. Nei laboratori della Capitale ad esempio iniziano ad arrivare le prime richieste di chi, per ‘proteggere’ i propri cari, vuole sottoporsi al test nei giorni precedenti alle feste. «Sono già […]
AlbanianArabicBulgarianChinese (Simplified)DanishEnglishEsperantoFrenchGreekItalianJapaneseLatinPortugueseRussianSpanishTurkishUkrainian
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.