Qual è il liquore più antico del mondo?

digraziablog




 



Si tratta dell’idromele (dal greco hýdor, “acqua”, e méli, “miele”), diffuso già nell’antico Egitto, prodotto ancora oggi e – come suggerisce il nome – ottenuto dalla fermentazione del miele. A decretarne il successo furono il sapore dolce e la facilità di preparazione, fattori che ne garantirono un’ampia diffusione anche nel mondo greco e poi in quello celtico e vichingo.



IL NETTARE DEGLI DÈI. Nella mitologia scandinava l’idromele era la bevanda prediletta del dio Odino, e per questo la si trovava anche nei rituali religiosi. Tra i Vichinghi si diffuse inoltre la convinzione che avesse proprietà afrodisiache. In diversi Paesi divenne così consuetudine regalarla agli sposi, quale auspicio di fecondità: il dono avveniva in una quantità sufficiente per un’intera fase lunare, usanza da cui deriva la celebre espressione “luna di miele”.



Fonte Rivista FocusD&R

Next Post

Il Parco del Colosseo celebra Piranesi con un'App per navigare nelle sue vedute

In occasione dei 300 anni dalla nascita di Giambattista Piranesi (Mogliano Veneto 1720 – Roma 1778), il Parco archeologico del Colosseo celebra l’artista che fu architetto, incisore, archeologo, veneziano di nascita e romano d’adozione. In collaborazione con l’Istituto Centrale per la Grafica e con il contributo della Q8, il PArCo […]
AlbanianArabicBulgarianChinese (Simplified)DanishEnglishEsperantoFrenchGreekItalianJapaneseLatinPortugueseRussianSpanishTurkishUkrainian
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.