Trump accenna alla sua perdita elettorale, ma rifiuta ancora la concessione a Biden

digraziablog
Print Friendly, PDF & Email




 

 

Il presidente Donald Trump ha suggerito per la prima volta dal giorno delle elezioni che potrebbe non aver vinto un altro mandato ma si è fermato prima di concedere la gara a Joe Biden.

Parlando venerdì al Rose Garden della Casa Bianca in merito ai vaccini contro il coronavirus, Trump ha promesso che la sua amministrazione non avrebbe “bloccato” di nuovo il paese, ma ha detto che un altro presidente potrebbe farlo.

“Questa amministrazione non andrà in blocco. Si spera che – qualunque cosa accada in futuro, chissà quale amministrazione sarà, immagino che il tempo lo dirà, ma posso dirvi che questa amministrazione non andrà in blocco “, ha detto.

L’evento ha segnato i primi commenti pubblici del presidente dal 5 novembre. Egli è rimasto per lo più fuori dalla vista del pubblico da quando le reti di notizie hanno proiettato Biden come vincitore sabato scorso, ma ha twittato un flusso costante di affermazioni infondate che le elezioni sono state “truccate” e che era il vero vincitore.



La reclusione di Trump ha innescato una nuova serie di critiche sul fatto che non è riuscito a guidare la pandemia mentre i casi aumentano a livello nazionale. Secondo i dati raccolti da Bloomberg, più di 10,6 milioni di persone negli Stati Uniti hanno contratto il virus e più di 243.000 sono morte.

Per saperne di più: l’uscita elettorale dello studio legale Trump lascia un’altra sensazione di calore

L’incapacità del presidente di concedere ha anche influenzato la pianificazione della transizione di Biden, con i consiglieri del Democratico impedito di prendere contatti ufficiali con esperti sanitari del governo sui loro sforzi. Tale interazione non potrà avvenire fino a quando l’amministratore dell’Amministrazione dei servizi generali , Emily Murphy, non avrà accertato che Biden è il presidente eletto.

Pietre miliari del vaccino

Nei suoi commenti, Trump ha ricapitolato le pietre miliari nella corsa per un vaccino, ma ha offerto poche nuove informazioni. All’inizio di questa settimana, Pfizer Inc. , ha affermato che il suo colpo era efficace al 90% in uno studio in fase avanzata, mentre Moderna Inc. ha affermato di aver raggiunto un punto di riferimento chiave dello studio e che presto avrebbe avuto dati sull’efficacia del suo vaccino. Il presidente ha indicato che le autorità di regolamentazione avrebbero rapidamente autorizzato i colpi e che gli americani avrebbero avuto un ampio accesso a loro entro la primavera.



Trump ha criticato il governatore di New York Andrew Cuomo, apparentemente per le preoccupazioni che ha sollevato sul vaccino. Cuomo, un democratico, aveva detto che lo stato avrebbe riesaminato in modo indipendente qualsiasi vaccino per preoccupazione che il processo di approvazione fosse contaminato dalla politica.

Trump ha detto: “Vuole prendere il suo tempo con il vaccino di cui non si fida da dove viene il vaccino”. Il presidente ha aggiunto: “Non possiamo consegnarlo a uno stato che non può darlo immediatamente alla sua gente”.

Cuomo ha respinto l’affermazione di Trump in una successiva intervista alla CNN. “Non ci saranno ritardi – non appena avranno il farmaco siamo pronti a distribuirlo”, ha detto il governatore.

Trump non ha risposto alle domande dei giornalisti, che hanno chiesto perché non ha concesso a Biden.

‘Qualunque sia il risultato’

Dopo l’evento di Trump, il vicepresidente Mike Pence ha twittato che le sfide legali sul ballottaggio sarebbero continuate. Ma ha permesso che lui e Trump potessero non prevalere. “Qualunque sia il risultato: non smetteremo mai di combattere per rendere di nuovo grande l’America!” Pence ha scritto.

Il presidente ha subito una serie di grandi battute d’arresto venerdì scorso nel suo tentativo di ribaltare la vittoria di Biden. Le reti di notizie hanno chiamato la Georgia per i democratici e le sfide legali per Trump sono crollate in altri tre stati chiave.

Gli avvocati del presidente si sono mossi verso la caduta di una causa in Arizona dopo che la leadership di Biden nello stato si è allargata abbastanza da essere insormontabile. Mercoledì i notiziari nazionali si sono uniti all’Associated Press e Fox News nell’indicare la corsa dell’Arizona per Biden.



“Dalla chiusura dell’udienza di ieri, la tabulazione dei voti in tutto lo stato ha reso non necessaria una sentenza giudiziaria” nelle elezioni presidenziali dell’Arizona, ha scritto l’avvocato della campagna, Kory Langhofer. Rimangono due gare di scrutinio che potrebbero essere ancora interessate dal contenzioso, ha aggiunto.

In precedenza: le elezioni erano le più sicure nella storia americana, dicono i funzionari statunitensi

Rimane almeno una sfida legale guidata dal GOP. Il Partito Repubblicano dell’Arizona ha intentato una causa giovedì sfidando il modo in cui la più grande giurisdizione di quello stato, la contea di Maricopa, controlla i voti tramite conteggi manuali. E i legislatori statali repubblicani continuano a chiedere una verifica dei risultati per portare alla luce eventuali irregolarità.



Presi insieme, gli sviluppi di venerdì hanno ridotto in modo significativo le opzioni di Trump per riportare la corsa a suo favore. Mentre il presidente ha ripetutamente sostenuto che i risultati delle elezioni sono stati contaminati da frodi diffuse, i suoi team legali non sono riusciti a fornire prove di ciò e funzionari federali e statali hanno definito il concorso il più sicuro nella storia della nazione.

Next Post

Migranti:Oim, 199 riportati in Libia da guardiacoste Tripoli

ANSA.itNovember 14, 2020 (ANSA) – TUNISI, 14 NOV – “Questa notte, 199 migranti, tra cui 28 donne e 31 bambini, sono stati riportati in Libia dalla Guardia costiera” libica. Lo scrive su Twitter l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) sottolineando come “la Libia non sia un porto sicuro per il […]
AlbanianArabicBulgarianChinese (Simplified)DanishEnglishEsperantoFrenchGreekItalianJapaneseLatinPortugueseRussianSpanishTurkishUkrainian
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.