Sperma estratto dopo la morte: l’ex campione del mondo Alex Pullin è padre 15 mesi dopo la sua fine

digrazia
Print Friendly, PDF & Email

3 Novembre 20219:29

Alex ‘Chumpy’ Pullin aveva due sogni: diventare campione del mondo di snowboard ed essere padre. Il primo lo ha realizzato in vita, salendo due volte sul tetto del mondo e diventando una leggenda nella sua Australia, il secondo si è avverato a 15 mesi dalla sua morte. Lo scorso 25 ottobre la sua compagna ha dato alla luce Minnie Alex: “Io e tuo papà ti sogniamo da anni, piccola”.

Vita, amore, morte: la parabola terrena di Alex Pullin, due volte campione del mondo di snowboard prima che nel luglio dell’anno scorso morisse tragicamente a soli 32 anni durante un’immersione in apnea, non si è esaurita in quella battuta di pesca sulla Gold Coast. A distanza di 15 mesi dalla sua scomparsa, il fuoriclasse della tavola da neve è infatti diventato padre, come annunciato sui social dalla compagna.

Ellidy si è sottoposta a un trattamento di fecondazione in vitro dopo che lo sperma di Pullin era stato estratto postumo. “La nostra ragazza, nata il 25 ottobre 2021. Minnie Alex Pullin“, ha scritto la donna sui suoi profili, rivelando che qualcosa del campione australiano sopravvive anche nel nome della piccola neonata. Alex ‘Chumpy’ Pullin è morto l’8 luglio del 2020 mentre praticava pesca subacquea nelle acque della sua terra, l’Australia. Uno dei suoi più grandi desideri era quello di essere padre e insieme alla moglie ci avevano provato più volte senza successo, ma ora quel sogno si è potuto realizzare grazie ai progressi della scienza.

Dopo aver raccolto lo sperma postumo, Ellidy ha infatti ricevuto un trattamento di fecondazione in vitro ed è riuscita a rimanere incinta. Negli ultimi mesi la giovane raccontava come stava andando la sua gravidanza e scriveva messaggi sui social alla futura figlia, coinvolgendo anche Alex come se fosse ancora in vita: “Io e tuo papà ti sogniamo da anni, piccola. Sono onorata di dare finalmente il benvenuto a una parte di Chumpy in questo mondo“.

Alex Pullin è stato un nome di primo piano nel panorama dello snowboard: campione del mondo della specialità boardercross a La Molina nel 2011 e a Stoneham nel 2013, medaglia di bronzo a Sierra Nevada nel 2017 e portabandiera della delegazione australiana alle Olimpiadi invernali di Sochi nel 2014. Ha rappresentato il suo Paese in tre edizioni dei Giochi olimpici. La sua tragica fine sconvolse l’anno scorso tutta l’Australia: il corpo di Pullin fu trovato da un subacqueo nelle acque al largo di Palm Beach. Oggi il campione rivive nel battito della piccola Minnie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Anziana uccisa, i due killer hanno speso i quaranta euro di bottino in birre

Novembre 202110:00 I due presunti killer di Fernanda Cocchi, la 90enne uccisa nel suo appartamento a Milano, avrebbero speso i soldi ottenuti dalla vendita della refurtiva della rapina in lattine di birre. I due sono stati arrestati e ieri, durante l’udienza di convalida, si sono avvalsi della facoltà di non […]

Subscribe US Now

AlbanianArabicBasqueBelarusianBosnianBulgarianChinese (Simplified)CroatianCzechDanishEnglishEsperantoEstonianFilipinoFrenchGermanGreekItalianLuxembourgishRussianSerbianSlovenianSwedish