Lockdown duro in Germania dal 16 dicembre: “Troppi contagi, chiudiamo tutto prima di Natale”

Print Friendly, PDF & Email

Fanpage.itDecember 13, 2020

Se ne parla già da giorni, ma la possibilità che in Germania venga disposto un lockdown più duro già nelle prossime ore è ormai diventata concreta. Il blocco totale, con la chiusura di negozi, scuole e asili nido, che erano rimasti aperti nell’ultimo mese, comincerà già mercoledì 16 dicembre, quindi prima delle feste di Natale, perché, come aveva spiegato il ministro dell’Interno, Horst Seehofer, “se aspetteremo fino a Natale, dovremo fare i conti per mesi con numeri alti. Un lockdown è l’unica possibilità per riportare la situazione sotto controllo ma deve scattare immediatamente”.

La Germania infatti sta facendo registrare numeri record per quanto riguarda l’emergenza Coronavirus, mai così alti nel corso della prima ondata della pandemia: nelle ultime 24 ore 28.438 persone sono risultate positive al virus, mentre 496 – contro le 598 del giorno precedente – sono decedute per le conseguenze della malattia. Numeri che la cancelliera Angela Merkel, in un toccante discorso davanti al Bundestag, aveva definito “inaccettabili” qualche giorno fa. Per arginare la curva dei contagi, non resta altra soluzione, secondo gli esperti, che imporre un nuovo lockdown duro prima di Natale, come riporta anche la Bild Online alla vigilia del vertice che la Cancelliera terrà oggi con i governatori dei laender e che dovrebbe ufficializzare il provvedimento.

Dal 2 novembre in Germania sono stati chiusi ristoranti, locali, istituzioni culturali e centri sportivi, mentre sono rimasti aperti i negozi e le scuole. Ma evidentemente le restrizioni non sono bastate a riportare la situazione epidemiologica sotto controllo. L’istituto scientifico Leopoldina nei giorni scorsi ha consigliato la serrata del commercio al dettaglio, e l’anticipazione delle ferie di Natale, che dunque comincerebbero una settimana prima e finirebbero una settimana dopo la scadenza inizialmente prevista. Le misure che dovrebbero essere approvate nel corso della giornata dovrebbero valere fino al 10 gennaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Resq, nuova nave umanitaria italiana: maratona social con attori e cantanti per la raccolta fondi

13 dicembre, 2020 da Fanpage.it Si chiama “Tra il dire e il mare: 8 ore per fare una nave”, la maratona social che parte alle 11 di oggi, 13 dicembre, e ha l’obiettivo di raccogliere fondi per ResQ, una nuova nave umanitaria italiana. Un progetto lanciato a luglio dall’associazione ResQ-people […]
AlbanianArabicChinese (Simplified)DutchEnglishEsperantoFrenchGermanItalianJapaneseMaoriPortugueseRomanianRussianSpanishSwedishUkrainian