Gb: cercasi ‘Re’ per gestire l’isola di Piel e il suo pub

digrazia
Print Friendly, PDF & Email

February 08, 2022

(ANSA) – ROMA, 08 FEB – Cercasi monarca per gestire l’isoletta di Piel, nel Regno Unito, a qualche centinaio di metri delle coste della Cumbria meridionale: secondo una tradizione che dura ormai da quasi 190 anni, infatti, al prescelto – o alla prescelta – verrà concesso appunto il titolo di “Re” o “Regina” e già circa 190 persone – riporta la Bbc – si sono fatte avanti da tutto il mondo.

Oltre a questo piccolo lembo di terra di appena 20 ettari che sorge nella Baia di Morecambe e ospita il rudere di un antico castello e sei cottage per le vacanze, il futuro ‘Re’ o la futura ‘Regina’ dovranno saper amministrare l’unico pub dell’isola – lo Ship Inn, fondato nel 1836 – che riceveranno in gestione con un contratto di concessione decennale dalla circoscrizione di Barrow, a cui fa capo l’isola.

Il titolo reale sarà quindi conferito alla persona scelta e la sua incoronazione avverrà versando dell’alcol sulla sua testa. Il consigliere comunale Frank Cassidy ha fatto sapere che l’annuncio per il nuovo manager è stato pubblicato sui media globali, mentre il suo collega Derek Gawne ha detto che finora le manifestazioni di interesse sono arrivate da ogni parte del mondo, compresa l’Africa.

Nell’annuncio il Comune ha descritto l’isola di Piel – che è raggiungibile via ferry, ma anche a piedi (guida consigliata) durante la bassa marea – come “una grande risorsa per la Cumbria”, sottolineando che i compiti della persona che verrà scelta includeranno “la gestione dello Ship Inn, la manutenzione dei terreni dell’area circostante e la gestione del campeggio e dei suoi servizi igienici e delle sue docce”. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Vestager, Nord Stream 2 non è mai stato nell'interesse Ue

February 09, 2022 “Non siamo mai stati dell’opinione che il Nord Stream 2 fosse interesse dell’Europa”. Lo sostiene la vice presidente della Commissione Ue Margarethe Vestager, parlando ad alcuni giornali tedeschi fra cui Handelsblatt e die Zeit. “Questo era assolutamente chiaro fin dal principio”, aggiunge. Vestager contraddice anche l’opinione che […]

Subscribe US Now

AlbanianArabicBasqueBelarusianBosnianBulgarianChinese (Simplified)CroatianCzechDanishEnglishEsperantoEstonianFilipinoFrenchGermanGreekItalianLuxembourgishRussianSerbianSlovenianSwedish